UNDER 12 M: QUARTI CLASSIFICATI IN ITALIA “Un grande orgoglio”


Marino Pallavolo è orgogliosa dei suoi ragazzi che alle finali nazionali della categoria Under 12 maschile tenutesi ad Assisi hanno centrato uno splendido quarto posto: “Uno dei migliori risultati ottenuti dai club del Lazio negli ultimi dieci anni – sottolinea il direttore tecnico Francesco Ronsini – Questa è una conferma concreta della qualità del lavoro che stiamo portando avanti: la strada è quella giusta e vogliamo continuare a percorrerla, alzando sempre di più l’asticella per cercare di diventare uno dei migliori settori giovanili d’Italia”. Un lavoro a cui il club presieduto da Sante Marfoli ha creduto da anni: “Lavoriamo con meticolosità per ottenere questi risultati e siamo molto contenti di questo bellissimo risultato – prosegue Ronsini – Siamo ormai diventati un punto di riferimento a livello regionale e polo attrattivo per moltissimi atleti, attraverso il nostro lavoro vogliamo portare di nuovo il Lazio ai vertici del panorama Nazionale”. Il percorso dei marinesi è iniziato giovedì con i perugini del San Giustino, sconfitti 2-0 con una buona prestazione. Nella seconda gara, però, il Colombo Genova ha sorpreso i castellani imponendosi 2-0 e costringendoli così al secondo posto. Nella giornata di venerdì, negli ottavi di finale, la Marino Pallavolo ha superato 2-0 la Romi Catania dopo un primo set molto combattuto (e vinto in rimonta) e un secondo sempre condotto, poi ai quarti di finale è stato fatale il nuovo incrocio col Colombo Genova. Sabato è stata la giornata della finale per il terzo posto con Padova che si è aggiudicata il primo set, poi si è arresa ai marinesi nel secondo e nel terzo l’ha spuntata con un tiratissimo 15-14. “Il gioco espresso dai nostri ragazzi è cresciuto gara dopo gara e si è mostrato di alta qualità e tra i migliori in Italia – dice l’allenatrice Giulia Del Monte – Questo ottimo quarto posto è il frutto del lavoro motorio, tecnico e tattico fatto in questi anni. Ho chiesto ai ragazzi di fare ogni scelta con coraggio ed essere aggressivi. Ogni vittoria e soprattutto ogni sconfitta è un pezzetto per il loro bagaglio d’esperienza, escono da questa avventura ancora più forti di prima. Dico bravi ai ragazzi che si sono dedicati con impegno e tenacia per volere da loro stessi sempre il massimo. Abbiamo dimostrato davvero una grande padronanza sui fondamentali tecnici e ciò ci ha fatto collocare tra le rappresentative più forti del torneo. Già in settimana si torna in palestra per migliorarci ancora”.